La disabilità è meno forte delle abilità: gli studenti speciali - itOrte

itOrte

NEWS SCUOLA

La disabilità è meno forte delle abilità: gli studenti speciali

Cooperativa disabilità: Lavoro Anch'io

Il 30 maggio a Roma si è tenuta la premiazione al progetto “Lavoro Anch’io” per sconfiggere le disabilità. Dopo aver vinto il primo premio a livello provinciale per il concorso “Storie di alternanza” di 700 euro, gli studenti Juri, Sofia e Valentina si sono aggiudicati la menzione speciale.

La disabilità e il progetto: migliorare l’esperienza scolastica dello studente con disabilità

Gianfranco Noferi, responsabile dell’area palinsesti e piani di Rai scuola della direzione Rai cultura ha affermato: “ il progetto ha dimostrato come sia possibile migliorare l’esperienza scolastica dello studente con disabilità. L’apprendimento scolastico unito a esperienze in un ambiente lavorativo protetto può favorire il processo d’interazione sociale. Il progetto ha messo in luce l’importanza di offrire le stesse opportunità a tutti gli studenti a prescindere dalle loro abilità”.

Sofia Juri E Valentina
Sofia, Juri e Valentina. Autore: Istituto Omnicomprensivo Orte

A rappresentare e a parlare per l’istituto ci ha pensato Giorgia Tilesi, assistente alla comunicazione impegnata nel progetto di alternanza scuola- lavoro.

“Questo premio per noi è segno di grande orgoglio. Abbiamo raggiunto un obiettivo che non era solo quello di portare i nostri ragazzi fuori dalla scuola e all’interno del mondo lavorativo, ma far conoscere le loro immense capacità a un mondo che non sempre è pronto a tanto amore”.

Molto forte l’emozione provata da tutti i presenti in sala, ammirati dall’impegno costante dell’Istituto Omnicomprensivo di Orte verso la piena inclusione.

Lavoro Anch’io: la disabilità si può sconfiggere

L.A.I., che sta per Lavoro anch’io, è una cooperativa sociale, che si occupa dell’integrazione lavorativa di persone diversamente abili. Le attività svolte sono rivolte a persone disabili con lo scopo di aumentare il grado di autonomia personale della persona. Si sviluppano comportamenti socialmente competenti, primo fra tutti l’acquisizione di un lavoro. Tutto ciò rende possibile: trovare un’identità sociale e dividere i tempi della giornata secondo i ritmi della vita attiva.

Quali benefici si ottengono?

  • Sostegno e integrazione familiare.
  • Sviluppo di un soddisfacente adattamento emozionale.
  • Miglior comunicazione con la rete sociale del territorio.
  • Aumento delle possibilità d’integrazione sociale e lavorativa.

Non dimentichiamoci che

“La vera disabilità è quella dell’anima che non comprende… Quella dell’occhio che non vede i sentimenti… Quella dell’orecchio che non sente le richieste d’aiuto… Solitamente, il vero disabile è chi, additando gli altri, ignora di esserlo”.

La disabilità è meno forte delle abilità: gli studenti speciali ultima modifica: 2019-06-11T09:00:24+02:00 da Veronica Carullo

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x